I Neri – un articolo su doppiozero

Quello che è successo a Roma sabato ha sorpreso molti, non solo gli ottimisti. Conosco alcuni organizzatori che si sono spesi per mesi in vista di quello che pensavano sarebbe stato un pacifico riproporsi delle manifestazioni spagnole e statunitensi. E non sono certo degli ingenui. Per capire davvero cosa è accaduto ci vorrà del tempo.

Per il momento ci sono le analisi a caldo dai social network e dei media.

Mi sono preparato alla manifestazione seguendo, tra le altre, la lista creata da Wu Ming con 35 giornalisti e mediattivisti affidabili, che vale ancora la pena di consultare per le analisi su ciò che è accaduto. E di tweet a Roma in quelle ore ce ne sono stati tantissimi, come dimostra l’analisi di 20000 messaggi fatta dal collettivo Art Is Open Source.

Quando la manifestazione è partita ho ricevuto più o meno in simultanea due post. Il primo era un solare “Revolution will be twitterized. Inizia il corteo. Buon #15ott a tutti”. Il secondo, dalla testa del corteo, recitava “Abbasso il testosterone”. Questa dicotomia di percezioni si è amplificata per le ore successive, fino ad uno strappo vissuto da centinaia di migliaia di persone.

continua su doppiozero

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s