Protei – open source drone contro le fuoriscite di petrolio

PROTEI PRESENTATION VIDEO from toni nottebohm on Vimeo.

Oggi quarto incontro su Internet e Innovazione con Jalla!Jalla!Popolare Network.

Il tema è Protei, una flotta di droni navali  pensati per raccogliere le fuoriscite di petrolio in mare (e, in futuro, i mostruosi aggregati narini di plastiche). L’idea di base è che i Protei, essendo a basso costo e open source, possano essere rapidamente assemblati e pilotati in ogni zona del mondo in cui c’è una fuoriuscita di petrolio, senza aspettare soccorsi che troppo spesso arrivano in ritardo.

Le tecnologie esistenti sono costose, fortemente dipendenti dall’intervento umano e dalle condizioni atmosferiche: i progettisti di Protei stanno lavorando per renderlo economico, semi-automatizzato e praticamente inaffondabile.

Protei è stato finanziato anche attraverso Kickstarter, una delle piattaforme di crowdfunding di cui abbiamo parlato nella puntata precedente.

Lo spunto è arrivato da una bella lecture di Boris Debackere, lab manager del V2 di Rotterdam che sta co-finanziando lo sviluppo di Protei. Boris è stato ospitato da OnMedia, un ciclo di incontri con i principali Media Lab organizzato dall’Associazione no-profit per la promozione delle ricerche artistiche O’ di Milano: i prossimi incontri sono caldamente raccomandati a tutti gli ascoltatori.

Qua i post delle puntate precedenti [2] [3]

One thought on “Protei – open source drone contro le fuoriscite di petrolio”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s