DIY, subculture e makers (talk Master Relational Design)

Qua il video del talk per il Master in Relational Design.

L’abstract: Il fai-da-te non è solo lavoretti nel garage per anziani, manager che hanno bisogno di rilassarsi o casalinghe che si sfogano con il decoupage. Anzi probabilmente non lo è mai stato. In questo intervento si passernno in rassegna le principali trasformazioni nelle culture del DIY, tracciando dei collegamenti tra le subculture legate alla musica e agli stili spettacolari (il punk, l’hip-hop e la techno)  e mettendole in relazione con gli sviluppi più recenti della progettazione e manifattura indipendente: makers, fablab, design parametrico.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s